Sei un imprenditore e desideri ardentemente far decollare il fatturato della tua azienda?
Allora leggi con molta attenzione questa lettera
Indagine condotta nel 2018 da CBInsights rivela dati a dir poco sconcertanti
7 aziende su 10 muoiono nei primi 20 mesi di vita e tra le cause principali
troviamo l'impossibilità dell'imprenditore
di gestire il numero infinito di imprevisti e problemi quotidiani.
All'interno di questa lettera capirai il perché...
Inoltre, ti svelerò come entrare a far parte di quello
0,036% di aziende così solide da dominare il mercato per più di 100 anni,
grazie ad un semplice principio di psicologia studiato negli anni 90.
Giusto per darti un’idea, ciò che sto per comunicarti è così importante che già solo leggendo questa lettera avrai la possibilità di cambiare radicalmente i risultati della tua azienda.
Mi chiamo Claudio Valeri e opero nell’ambito del marketing e nella consulenza di direzione e gestione
d'impresa dal 1995.

Dopo 25 anni in questo settore, posso dire di averne viste veramente di tutti i colori.

Il fatto è che ormai siamo in una situazione davvero agghiacciante.

In Italia, il mondo dell’imprenditoria ha un problema.
E grosso, anche.

Del resto, basta leggere i dati riportati da CBInsights per capirlo.

Come già avrai capito, è vero che c’è un problema, ma la buona notizia è che esiste anche una soluzione.
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Per farti capire meglio cosa intendo, ecco cosa dice chi è riuscito
ad eliminare la paura incessante di chiudere i battenti:
In alcuni dei miei corsi parlo del fatto che l'obiettivo di un imprenditore dovrebbe essere quello di creare un'azienda che possa durare più di 100 anni.
  
Cosa vuol dire?

E' stato studiato che, in Italia, le aziende che arrivano a durare così tanto costituiscono solamente lo 0,036% del totale.

E' davvero una percentuale piccolissima.

Penso che l'obiettivo di qualsiasi imprenditore dovrebbe essere questo, perché riuscirci significherebbe creare un'azienda solida, basata su principi forti e che agli occhi del mercato risulta influente e utile.

Se un'azienda dura così tanto, è perché offre un prodotto, un servizio valido, che è apprezzato dai propri clienti e che, di conseguenza, fa la differenza nella vita delle persone.

Ne va da sé che il fatturato di aziende così solide deve essere alto. Tremendamente alto.

Nella maggior parte dei casi, quantomeno, è così.

Penso che chiunque dovrebbe ambire a questo.

E il rimanente 99,96%?

Secondo l'analisi effettuata da CBInsights, circa 7 imprese su 10 hanno una vita media di 20 mesi.

Sapevo che la situazione non era delle migliori, ma prima di leggere questo dato non avevo idea che fosse così drammatica.
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Ciò che più mi fa riflettere, è l'idea che dietro a quelle imprese ci sono delle persone.
Imprenditori, che hanno tirati fuori i propri sogni dal cassetto con l'intenzione di realizzarli,
per poi vederli ridotti in mille pezzi.
  
Persone con aspettative e ambizioni altissime che si sono ritrovate a doversi ricredere.

Un detto che probabilmente avrai già sentito è quello che – non importa quante volte cadi, l'importante è rialzarsi –.
Sì, facile a dirsi.

Lo capisco bene: quando ti trovi a dover tirare su con scopa e paletta i pezzi dei tuoi sogni, non è facile mantenere i nervi saldi e rimanere focalizzato sul "rialzarsi".

Ma come mai accade tutto ciò?

Come ci siamo ridotti a questa situazione agghiacciante nel mondo del business?
Devi sapere che gli imprenditori si dividono in due macro-gruppi:
• Chi passa il tempo a lamentarsi della propria situazione, ma poi non fa nulla
• Chi si impegna a risolvere attivamente i problemi con tenacia ed impegno
Il primo gruppo è costituito da tutti quegli imprenditori in attesa che qualche miracolo o aiuto esterno gli permetta di raggiungere i propri sogni.

Sono quelle persone che non frequentano mai corsi di formazione in quanto li reputano inutili.

Non leggono libri e reputano lo studio una cosa che, finita la scuola, diventa irrilevante.

Se organizzassi una cena invitando solamente loro, stai sicuro che gli argomenti principali riguarderebbero la crisi e i politici che ostacolano le imprese italiane.

Che viviamo in un periodo storico impegnativo da questo punto di vista, è vero.

Non voglio assolutamente dire che la situazione economica del nostro paese sia tutta rose e fiori.

Penso sia un dato di fatto, però, che focalizzarsi solo sui problemi senza neppure cercare delle soluzioni non è esattamente il tipo di pensiero che ti porterà al successo imprenditoriale.

Per esempio, se un cliente si lamenta del fatto che i prezzi sono troppo alti, qual è la risposta di questa tipologia di imprenditori?

Eh, dipende.

La maggior parte pensa che il cliente non capisce niente.

E' un pensiero comprensibile. Immagina per esempio di vendere... che ne so, biciclette.

Costruisci delle biciclette bellissime, molto più belle di quello schifo che fa la concorrenza.

Sono leggere, veloci, resistenti, adatte a qualsiasi tipo di terreno.

E se guardi il costo, scopri che non è neppure troppo alto rispetto a quello proposto dagli altri venditori di biciclette

...però i clienti si lamentano.

Chiedono continuamente sconti.

Quando gli dici un prezzo – impegnandoti al massimo a motivare il perché li vale proprio tutti, fino all'ultimo centesimo – noti che tendono a storcere il naso.

Che ci siano dei clienti "impegnativi" è assolutamente vero, ma vuoi veramente permettergli di mandare in fallimento la tua attività?

Un imprenditore che ha capito il suo valore e quello della propria azienda, è colui che dinnanzi ad un feedback negativo non è focalizzato sul pensiero "il cliente non capisce niente".  Piuttosto, inizierebbe a riflettere sul modo di poter migliorare ulteriormente il servizio, così da prevenire questo tipo di feedback.

E' un po' come quando uno studente delle superiori dice di essere preso di mira da un insegnante.

Magari è vero eh. E' possibile che il professore tenda a sminuirlo e dargli sempre contro.

A questo punto, però, lo studente ha 2 opzioni:

• Continuare a lamentarsi, alimentando l'astio e l'odio reciproco con l'insegnante.
• Studiare di più e andare bene nonostante gli evidenti problemi col professore.

Con gli imprenditori è la stessa cosa, però in ballo non c'è un voto in una materia, ma un'azienda intera.
Risulta quindi palese l'importanza di capire come risolvere i problemi della propria azienda.
Se pensi di appartenere a questa categoria e, nonostante le mie parole, sei convinto che tutti i problemi – nessuno escluso –  della tua azienda siano assolutamente impossibili da risolvere, smetti pure di leggere questa lettera.
Proseguendo potresti leggere delle cose che non ti piaceranno.

Potresti capire che il principale responsabile dei tuoi problemi – e di conseguenza, anche dei tuoi successi – sei soltanto tu.
A quel punto, non avresti più scuse e non avresti più la possibilità di dare la colpa a cose come la crisi e ai politici italiani.
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Anche far parte della seconda categoria di imprenditori – quindi, di quella che affronta attivamente i propri problemi – nasconde dei tranelli molto pericolosi

Una cosa che va evitata come la peste quando si frequentano corsi di formazione, è il fatto di partecipare al corso e poi non mettere in pratica le competenze acquisite.

Hai presente la storia di Jack e il fagiolo magico?

Parla di un ragazzo che riesce ad ottenere una manciata di fagioli fatati, tramite i quali accede ad un mondo nel quale trova sacchi d'oro e ricchezze di vario tipo.

Molti imprenditori sono consapevoli dell'esigenza di migliorare qualcosa nella propria azienda.

Sono quelle persone perennemente occupate a frequentare corsi di formazione.

Non c'è nulla di male in ciò che fanno eh.

Voglio dire...

Prima ti ho parlato del fatto che non focalizzarsi sulle soluzioni è un problema, ora ti vengo a dire che lo è anche esserne in costante ricerca?

No, non me lo sogno neppure.

Il loro problema non è tanto quello del cercare soluzioni, è riguardo al modo in cui le cercano.

Ciò che generalmente fanno è passare da un formatore all'altro come le api fanno coi fiori, col fine di trovare "colui che possiede la soluzione ad ogni tipo di problema in azienda".
Frequentano un corso, applicano sì e no un quarto delle tecniche apprese e, quando si rendono conto di non aver ottenuto i risultati sperati, mollano tutto e passano al "guru"  successivo.

Per vedere dei cambiamenti dopo aver frequentato un corso bisogna applicare ciò che si ha imparato.

Sembra una cosa tanto scontata quando, in realtà, molte persone non lo fanno

Come mai?

Perché è più semplice.

Se hai dei problemi in azienda e frequenti un corso per capire in che modo affrontarli, ti ritrovi con 2 opzioni in mano.

La prima è quella di metterti a testa bassa e applicare gli strumenti acquisiti.

La seconda è quella di convincerti che "tanto non cambierebbe comunque nulla" e utilizzare questa come scusa per non fare azioni.
Il problema è che molti formatori marciano proprio su questo fenomeno.
Chi fa questo mestiere è consapevole della presenza di persone che frequentano corsi giusto per avere la percezione di star crescendo, ma che poi non applicheranno nulla.
Ed ecco che molti formatori – se così li si può chiamare –  strutturano i propri corsi in modo tale da "motivare" a 1000 le persone, così da creare una sorta di dipendenza.
Ti fanno uscire dal corso carico come una molla consapevoli che, in qualche mese, il tuo livello di motivazione calerà e sentirai l'esigenze di ricevere nuovamente la tua dose di droga sotto forma di formazione "motivazionale".

Purtroppo, questa cosa è molto presente in questo settore.

Vai ad un corso per apprendere delle informazioni utili, e l'unica cosa che ti porti a casa è il contratto firmato per frequentare il corso successivo.

Dicendoti queste cose potrei rischiare di attirarmi addosso qualche "occhiataccia" da una buona fetta di formatori in Italia.

Ma voglio spiegarti i motivi per i quali molti di loro sono la causa dei dati riportati all'inizio di questa lettera.
Quindi, qual è la soluzione?
Come è possibile creare un'azienda così solida che possa dominare il mercato
per più di 100 anni?
Qual è il principio di psicologia del quale ti parlo all'inizio di questa lettera?
Per spiegartelo, devo fare una premessa estremamente importante:

– In Italia, la maggior parte degli imprenditori, non possiede una vera mentalità imprenditoriale –
Non tutti eh, ci mancherebbe.

Ma quelli che si ritrovano a fare questo lavoro senza neppure sapere il perché, sono davvero a migliaia.

Sembra paradossale, lo so.

Sono davvero pochi ad averla.

Riuscire a resistere alle problematiche che ogni giorno si pongono davanti a chi fa questo lavoro e capire come risolverle...

Conversare continuamente con collaboratori che battono la fiacca, soci che la pensano sempre diversamente, clienti che pretendono il miglior servizio al minor prezzo...

Non sono cose da tutti.

Molto spesso, gli imprenditori sono degli eroi.

Persone con un livello di motivazione così alta che nonostante le giornate di lavoro interminabili e il numero infinito di problemi quotidiani, riescono ad andare avanti.

Il problema, è che sono degli eroi... senza super-poteri.

Si stima che negli ultimi 6 anni ci siano stati più di 1000 casi di suicidio in Italia da parte di imprenditori che non riuscivano a gestire il peso del lavoro scelto.

Penso sia la professione più bella e, allo stesso tempo, più dura in assoluto.

Chi fa l’imprenditore, nel 99,5% dei casi, ha come valore principale la libertà, ma poi, spesso, si trova schiavo di tutti e di tutto.
Se sai come muoverti, le soddisfazioni sono infinite ma, spesso, l'unica cosa ad essere infinita sono i problemi e le situazioni nelle quali ci si sente impotenti.
Ed ecco che molti imprenditori, un po' per senso di rivalsa, un po' per evitare il dolore di doversi ritrovare un giorno a dire – ragazzi, chiudiamo i battenti –
si ritrovano a fare uno degli errori più gravi in assoluto
frequentare un corso di marketing.
Che cos'è il marketing?

In realtà, si potrebbero dare migliaia di definizioni a questa parola.

Ipersemplificando, il marketing è quell'insieme di tecniche e strategie che hanno il fine di portare più clienti a comprare da te.

Se da un lato è uno degli errori più grandi che tu possa fare, d'altro canto, penso che per un imprenditore fare marketing sia fondamentale.

E' uno strumento potentissimo, capace di determinare il successo o il fallimento per la tua azienda.

Oggi per fare business, ti servono un buon prodotto e il marketing annesso.

Un imprenditore che non vuole fare marketing non è molto differente da quello che scarica la colpa sulla crisi se non riesce a concludere abbastanza vendite.

...e allora come mai dico che farlo rischia di essere un errore fatale?
Se è vero che utilizzare lo strumento del marketing è importante, è altrettanto fondamentale tenere in considerazione il fatto di farlo al momento giusto
E quando è il momento giusto?

Quando le cose vanno bene.

Anzi.

Quando le cose vanno tremendamente bene.

Se ti assentassi una settimana dal lavoro, i tuoi collaboratori saprebbero portare avanti la baracca senza di te?

Se facessi un sondaggio per capire il livello di soddisfazione dei tuoi clienti, quanti sosterrebbero di aver ricevuto un servizio migliore rispetto a quello che hanno pagato?
Moltissimi imprenditori vedono il marketing come l'unica soluzione per risolvere i problemi nella propria azienda, di conseguenza iniziano a frequentare decine e decine di corsi.
Il problema è che il marketing è un amplificatore.

Nulla di meno, nulla di più.

Se le cose vanno male, il marketing le fa andare peggio.

Se non hai un rapporto fantastico col tuo team, fare marketing ti metterà nella situazione del aumentare il livello dei problemi in azienda.

Se i tuoi attuali clienti non sono entusiasti del servizio che offri, fare marketing aumenterà il numero di persone insoddisfatte – o parzialmente soddisfatte – decretando inesorabilmente una tremenda sentenza nei confronti del tuo brand.

Anche io, se ripercorro il viaggio che mi ha portato qui oggi, mi rendo conto che ho spesso puntato sul marketing, sulle tecniche e sulle strategie, e se hai frequentato i corsi che ho tenuto in passato sai benissimo di cosa parlo.

Non davo il giusto risalto a tutto ciò che veniva prima del Marketing e se continuerai la lettura capirai meglio cosa voglio dire...
Il problema del marketing è che viene affrontato soprattutto quando le cose vanno male.
Se la tua azienda non funziona bene, sono altre le cose su cui dovresti porre attenzione.

Non a caso esistono migliaia di corsi sul marketing, e centinaia di migliaia di imprenditori che ne prendono parte ma, solo pochi di loro riescono ad ottenere i risultati tanto ambiti.

Perché?

Quelli che ottengono risultati sono coloro che avevano già un'azienda impostata correttamente e un tipo di mentalità imprenditoriale efficace.

Nei casi in cui l'unico risultato ottenuto è quello d'aver bruciato come carta velina migliaia di euro, probabilmente, avevano altre cose da risolvere molto più prioritarie.
La verità è che gli strumenti di marketing sono utili quando la mentalità alla base
è quella corretta.
Parlo di quella mentalità che ha reso famosi personaggio quali Oprah Winfrey, Walt Disney, Steve Jobs, Elon Musk 

E che ha reso grandi imprenditori i nostri Adriano Olivetti, Brunello Cucinelli, Pietro Marzotto

Detto questo... come è possibile ottenere questa tanto ambita mentalità imprenditoriale?

Qual è questo principio di psicologia del quale ti ho parlato neanche fosse d'oro colato?
Per quanto possa risultare banale e scontato, una mentalità si può cambiare grazie a delle abitudini ripetute nel tempo.
Questo concetto è stato proposto da alcuni ricercatori del Massachusetts Institute of Technology alla fine degli anni novanta.

Ciò che è stato testato e verificato, è quanto delle abitudini ripetute nel tempo abbiano il potere di andare a modificare la qualità dei pensieri della persona che le mette in pratica.

Averne di buone contribuisce a creare una mentalità produttiva ed efficace, mentre possederne di cattive tende a modificare il proprio modo di comportarsi in maniera negativa e deleteria.
Un esempio di quanto impattante sia il potere del creare nuove abitudini, ci viene dato dall'Ammiraglio William Mc.Raven.
In una intervista che gli è stata fatta spiega di come nell'addestramento del gruppo di forze speciali conosciuto col nome di Navy Seals – uno degli addestramenti più duri in assoluto – viene data un'enorme importanza al fatto di rifare il letto alla perfezione appena svegli. 

Come mai delle forze speciali che lottano quotidianamente contro il terrorismo internazionale dovrebbero sprecare del tempo per una pratica come questa?
Per l'impatto che quest'abidutine ha nella loro mente.
Come spiega l'Ammiraglio William Mc.Raven, rifacendosi il letto come prima operazione al mattino, si va a comunicare al proprio cervello che la giornata è iniziata con un successo, gli si invia il messaggio di aver già raggiunto un obiettivo, anche se piccolo. 

Questo comporta che si sarà più motivati nel raggiungere quelli del resto della giornata.

L'insieme di tutto ciò, protratto nel tempo, determina un miglioramento della propria mentalità.
Immagina ora di iniziare a praticare quotidianamente una serie di piccole abitudini – ma con un impatto gigantesco – all'interno della tua azienda.
Quali potrebbero essere i risultati?

E se a praticarle con costanza non fossi soltanto tu, ma anche i tuoi soci e i tuoi collaboratori?
Per approfondire questi concetti, ho plasmato il corso "Weekend del Valore".
>> 29 - 30  Marzo 2019 <<
VILLA OTTOBONI - PADOVA
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Ecco nello specifico cosa avrai l'opportunità di imparare:
• Come sviluppare la tua responsabilità, ottenendo così un maggior livello di influenza nella tua vita e nella tua azienda

In che modo poter consolidare e potenziare la tua mentalità imprenditoriale grazie al potere delle abitudini

• Quali sono le basi sulle quali qualsiasi attività dovrebbe appoggiarsi per essere salda e duratura

Come raggiungere un sano equilibrio tra la tua vita professionale e quella privata – e come essere certo che non si mischino creando danni incommensurabili

• In che modo è possibile plasmare un team di collaboratori motivati nel quale vigono valori quali rispetto, aiuto reciproco e voglia di progredire alla crescita dell'azienda

Come sviluppare i pilastri che sorreggono la tua impresa – e come mai non dovresti assolutamente spendere neanche un centesimo nel marketing prima di essere certo che i pilastri siano ben saldi

• Come generare unicità all'interno della tua azienda, così da essere visto in modo diametralmente opposto rispetto alla concorrenza

In che modo è possibile creare l'effetto Wow sul viso dei tuoi clienti ogni volta che provi a vendergli qualcosa

• Quali sono le abitudini quotidiane da far mettere in pratica al tuo team per aumentare il livello di collaborazione e coesione

In che modo è proprio grazie ad un comportamento etico che puoi far esplodere il margine di guadagno della tua azienda – e come mai, trascurando l'etica, prima o poi si arriva a dover pagare un conto davvero salato

• Come raggiungere e mantenere i risultati e gli obiettivi dei punti precedenti grazie all'allenamento costante e alle sane abitudini ricorrenti

• ...e molto altro
Grazie all'insieme di tutto ciò, ti assicuro che uscirai da quei 2 giorni con un'idea estremamente chiara delle azioni da compiere per ottenere il successo nella tua vita da imprenditore.
Detto questo, quanto costa tutto ciò?

Il prezzo del Weekend del Valore è di 197€. Duecento euro per capire in che modo far decollare la tua azienda e riuscire ad evolvere te, come persona.

E' un prezzo davvero basso per un evento come questo.

Per la qualità dei concetti che verranno sviscerati, ritengo che avrei potuto tranquillamente farlo pagare molto, molto di più.

Ma vedi...

Penso che nella vita sia davvero fondamentale mantenere un comportamento in linea coi propri principi e valori.

Non lo dico per apparire maggiormente come una persona buona e onesta, così da usare ciò come leva per vendere il mio corso.

Prova a chiedere a chi è venuto ai miei corsi.

Informati, se non ci credi.

Scoprirai che in ogni azienda che seguo non sono disposto a scendere a compromessi.

Se penso che qualcosa sia "sbagliato" e non in linea con i miei valori, non lo faccio.

Stop.

Nada de nada.

Anche se mi avrebbe permesso di fatturare di più.

Il punto è che – e qua stai davvero molto attento, in quanto questo concetto è fondamentale per il successo della tua impresa – andare fuori etica è come emettere un assegno post-datato.

Subito ottieni un vantaggio ma, col tempo, dovrai pagare il conto.

Sempre.

Immagina di aver la possibilità di fatturare il 20% in più nel prossimo mese ma, per farlo, devi compiere un'azione che non è totalmente in linea coi tuoi principi o con la tua etica.

Lo faresti?

Molti imprenditori sì (consapevolmente, ma anche e soprattutto inconsapevolmente).

La maggior parte scenderebbero a compromessi con ciò che reputano corretto.

Non a caso, 7 imprese su 10 chiudono in 20 mesi.

Mentendo, non rispettando i propri principi, si scatena una conseguenza terribile.

A lungo andare, si sta peggio.

Immagina di essere una persona che non dice mai menzogne.

Zero.

Anche piccole piccole... Proprio nessuna.

Prova proprio ad immergerti nella sensazione di essere a posto eticamente.

Di sapere che se dici qualcosa, le persone attorno a te la prendono per vera, grazie al fatto che sei tu a dirla.

Di sapere che puoi essere completamente aperto con chiunque, perché tanto non hai alcun segreto da nascondere.

Fatto?

Bene.

Ora vorrei che ti immedesimassi – giusto per un secondo – nell'esatto opposto.

Immagina di essere ormai abituato a mentire e porre i tuoi interessi prima di quelli degli altri.

Quando parli, quando fai una promessa, le persone che ami non ti ascoltano neppure, in quanto la tua reputazione è ormai quella di una persona che non rispetta la parola data.

Ormai, quando apri bocca non ci credi più neanche te.

Sei riuscito a percepire la sensazione di pesantezza e frustrazione?

Io la conosco bene.

Un tempo ci cadevo anche io.

Ma dopo un po' di anni di sofferenza, ho capito che non volevo più andare a compromessi con me stesso! Perché nel breve ci guadagnavo ma a lungo andare mi stavo impoverendo sia di risultati, ma soprattutto della stima in me!

Quando ho deciso di cambiare, l'ho fatto in modo netto e definitivo.

Come un cerotto.

Tac!

Una decisione, e da quel'istante mi sono costantemente impegnato a rimanere coerente nel rispettare i miei principi, ed ogni giorni mi alleno per non ricadere nella trappole del passato.
TUTTI I BONUS CHE AVRAI
  • 2 giornate di formazione: Valore reale 897€
  •  1 Business Value Box (1 video-corso di 1 giornata, + il libro ValorePiù Plus): Valore Reale 197€
  • Registrazione integrale del corso: Valore reale 597€
Come vedi potrei benissimo farlo costare 1691€
ma escluderei automaticamente molte persone.
Questo non posso permettere che accada.

Non voglio.

Gli strumenti che verranno insegnati al Weekend del Valore hanno la possibilità di essere quella luce nella vita di molti imprenditori capace di aprire uno spiraglio verso il successo.

Il successo, sia nella propria azienda, ma soprattutto nella vita personale (e quanto vale la nostra vita?).

Sì, perché per essere davvero un imprenditore di valore, devi per forza essere una persona di valore.

Ma non è finita qua.

Uno dei problemi più fastidiosi nelle aziende riguardano proprio le relazioni interne.

L'imprenditore che critica i collaboratori e loro che parlano alle sue spalle, soci che si divorano letteralmente a vicenda...

Questa tematica è ampiamente trattata all'interno del Weekend del Valore.

Non solo ti fornirò le tecniche applicabili sin da subito per risolvere ogni genere di conflitto, vedremo anche quali abitudini è possibile iniziare a seguire per creare dei legami davvero forti.

Io, personalmente, più che un "capo" mi sento alla pari dei miei collaboratori.

Questo non vuol dire che non venga riconosciuto come leader, anzi, questo mi semplifica molto le cose e aiuta ad instaurare un dialogo ed un clima sereno.

Spesso ci capita di sgridare il collaboratore perché è così, o colà, mentre quello che mantiene il clima di serenità nella mia azienda è proprio il focus sul problema e il rispetto delle persone.

So benissimo, perché anche io ci sono passato, quanto i problemi riguardanti i legami con le altre persone possano essere deleteri sul lavoro.
Partecipando al Weekend del Valore, infatti, avrai la possibilità di portare un tuo collaboratore senza spendere un centesimo in più.
0 €
Questo perché penso che ascoltare certi concetti, proprio con le persone che ti sono vicine nella loro applicazione, possa fare una differenza enorme.
E se volessi portarne più di uno?
Dalla terza persona in poi, il costo sarà di 99€ a testa
Se hai dei collaboratori, questa non è un'opportunità da lasciar perdere.

Lasciar perdere vorrebbe dire fare come colui che in questa lettera ho definito come chi "si limita a lamentarsi della propria situazione".

Se hai letto bene quel paragrafo, penso che tu sia d'accordo con me nel dire che sfuggire ai propri problemi non è assolutamente l'atteggiamento di un imprenditore capace di creare un'azienda così solida da dominare il mercato per più di 100 anni
Se invece hai capito le potenzialità del Weekend del Valore non ti resta che cliccare sul pulsante verde – PRENOTA ORA IL TUO POSTO AL WEEKEND DEL VALORE! –.
>> 29 - 30  Marzo 2019 <<
VILLA OTTOBONI - PADOVA
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Prenderai, così, la prima decisione che ti permetterà di diventare l'imprenditore che tanto desideri essere, garantendoti il raggiungimento di tutti i tuoi sogni nel fantastico mondo del business.
AAA: Ci tengo a dire che non è un corso di Miracoli
Non pretendo di risolvere in 2 sole giornate tutti i problemi che affliggono la tua azienda, ma possiamo cominciare a lavorare per mettere il tuo business sulla giusta carreggiata.
PS:

Nel Weekend del Valore avrai l'opportunità di acquisire una serie di strumenti davvero formidabili, con i quali potrai plasmare le tue nuove abitudini che ti permetteranno di diventare un imprenditore di successo.
Ecco nello specifico cosa avrai l'opportunità di imparare:
• Come sviluppare la tua responsabilità, ottenendo così un maggior livello di influenza nella tua vita e nella tua azienda

In che modo poter consolidare e potenziare la tua mentalità imprenditoriale grazie al potere delle abitudini

• Quali sono le basi sulle quali qualsiasi attività dovrebbe appoggiarsi per essere salda e duratura

Come raggiungere un sano equilibrio tra la tua vita professionale e quella privata – e come essere certo che non si mischino creando danni incommensurabili

• In che modo è possibile plasmare un team di collaboratori motivati nel quale vigono valori quali rispetto, aiuto reciproco e voglia di progredire alla crescita dell'azienda

Come sviluppare i pilastri che sorreggono la tua impresa – e come mai non dovresti assolutamente spendere neanche un centesimo nel marketing prima di essere certo che i pilastri siano ben saldi

• Come generare unicità all'interno della tua azienda, così da essere visto in modo diametralmente opposto rispetto alla concorrenza

In che modo è possibile creare l'effetto Wow sul viso dei tuoi clienti ogni volta che provi a vendergli qualcosa

• Quali sono le abitudini quotidiane da far mettere in pratica al tuo team per aumentare il livello di collaborazione e coesione

In che modo è proprio grazie ad un comportamento etico che puoi far esplodere il margine di guadagno della tua azienda – e come mai, trascurando l'etica, prima o poi si arriva a dover pagare un conto davvero salato

• Come raggiungere e mantenere i risultati e gli obiettivi dei punti precedenti grazie all'allenamento costante e alle sane abitudini ricorrenti

• ...e molto altro
Grazie all'unione di questi punti uscirai dal corso con le idee estremamente chiare su quali sono quelle azioni che determineranno il tuo successo dal punto di vista imprenditoriale.

PPS:

Vorrei essere chiaro al 100% su un concetto.

Questo, è il mio lavoro.

Io guadagno dei soldi da questo evento.

E' ovvio.

Dalle aziende con le quali collaboro, ottengo un compenso.

E non lo nego: a volte è pure davvero tanto alto!
Ma, uno dei concetti che spiegherò al Weekend del Valore è quello dello
– scambio in abbondanza –.
Fondamentalmente, significa che il mio obiettivo è costantemente quello di offrire un servizio maggiore rispetto a quanto sia pagato per farlo.

Nel senso che se ti aspetti un determinato livello di qualità, nella mia testa nasce il pensiero di offrirtene uno di gran lunga superiore.

Non a caso, il fatto di superare le aspettative dei propri clienti è una delle tematiche che tratterò durante l'evento.

Dal Weekend del Valore ci guadagnerò dei soldi, è vero.

Ma non lo faccio per quelli. 

O meglio...

E' il mio lavoro, è palese che miro ad raggiungere un grande risultato.

Ma il motivo per cui ho scelto questa professione non è il denaro.
Ciò che realmente mi guida nel fare ciò che faccio, è rappresentato da quel momento in cui, chi ha dedico di darmi fiducia, realizza come le sue aspettative siano state ampiamente superate.
L'istante in cui i miei clienti capiscono che hanno pagato una somma ma stanno ricevendo tanto, tanto di più.

Il momento in cui mi arrivano le testimonianze di imprenditori che hanno risolto i problemi interni all'azienda.

Quando vengono da me ringraziandomi per i cambiamenti che finalmente sono riusciti a compiere.

Ecco ciò che mi guida nel fare il lavoro che faccio.

PPPS:

Una delle tematiche più importanti che verrà trattata riguarda il come creare dei rapporti sani all'interno di un'azienda.

Questa cosa è fondamentale.

Quando non ci sono caratteristiche come rispetto e voglia di collaborare, si rischia di vivere in un vero e proprio inferno.
Ecco perché partecipando al Weekend del Valore avrai la possibilità di portare un tuo collaboratore completamente a gratis e dal terzo in poi il costo non sarà più di 197€, ma di solamente 99€.
Se hai capito l'impatto che questo corso potrebbe avere sulla tua azienda, non ti resta che cliccare sul pulsante verde
– PRENOTA ORA IL TUO POSTO AL WEEKEND DEL VALORE! –. 

Prenderai, così, la prima decisione che ti permetterà di puntare verso l'imprenditore che tanto desideri essere, garantendoti il raggiungimento di tutti i tuoi sogni nel fantastico mondo del business.
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Dove si terrà l'evento?
VILLA OTTOBONI
Via Padre E. Ramin 1, 35136 - Padova

Per maggiori informazioni:

numero verde - 800 497 233

assistenza - assistenza@unitepartners.com
©2018 / 2019  Weekend del Valore è un'idea di YESWAY GROUP srl - Marchio UNITE!
Privacy Policy - Terms Of Service